Accesso ai servizi

Fontana Ipogea

Fontana Ipogea


Scavata in epoca romana, è il terminale dell'antico acquedotto, il condotto del quale si potrebbe far risalire al periodo etrusco. Per secoli unica fonte di approvvigionamento e deposito idrico pubblico della città. Da notare i segni lasciati sulle pietre del vascone dalle brocche delle donne che per secoli hanno fatto la fila per attingere acqua. Sanzioni severe erano previste per chiunque l'avesse sporcata. Un custode, incaricato dai Priori, era tenuto a pulirla e tenere le chiavi della porta che a nessuno era lecito aprire all'infuori di lui.

L'antica fontana è stata sistemata nelle forme attuali nel primo seicento.